La globalizzazione ha piegato i popoli al dominio del lavoro morto sul lavoro vivo: crollo del reddito, prestazione totale di tempo, obbedienza silenziosa.

Catene invisibili ci opprimono e solo il pensiero può liberarci da questo giogo.

Ne parleremo con Diego Fusaro, filosofo e scrittore