Roma, Circo Massimo, il 20 e 21 ottobre, per la quinta edizione di Italia 5 Stelle.

Quando si intraprende una lunga corsa, ogni tanto è importante fermarsi. Per prendere respiro, allargare le braccia e guardare negli occhi gli amici con cui si sta condividendo il percorso.

La lunga corsa del Movimento è iniziata ufficialmente 9 anni fa, in quel 4 ottobre 2009 quando ha preso concretezza il progetto di un’Italia in cui i cittadini tornassero ad essere finalmente protagonisti. Quel giorno il neonato Movimento 5 Stelle assunse su di sé una missione, nella spaventosa miseria della vecchia politica italiana. Una missione non di forza, o di potenza. Ma di educazione e di civiltà. La missione di costruire insieme un’Italia in cui il benessere e la qualità della vita dei cittadini siano sempre al di sopra degli interessi economici di parte. Un’Italia finalmente trasparente, aperta, democratica, funzionante, solidale ed efficace.

Da lì è partita la nostra corsa, e non ci siamo mai risparmiati.
Abbiamo usato le braccia, nuotando virtualmente insieme a Beppe quando ha attraversato a nuoto lo Stretto di Messina, e avviato una campagna in cui la lista M5S – partendo da zero – fu la più votata.

L’abbraccio di Luigi di Maio con Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Abbiamo usato i piedi, marciando insieme per reclamare una misura di civiltà che solo in Italia non esiste: il reddito di cittadinanza.

Abbiamo usato ogni mezzo di trasporto: il camper, l’auto elettrica, la bici… la moto di Alessandro Di Battista e il treno con cui i portavoce hanno girato tutta Italia per la campagna per il NO al referendum sulla riforma Renzi-Boschi della Costituzione.

Il tutto per scrivere insieme a voi una meravigliosa storia di partecipazione e di condivisione, che ha portato il Movimento a guidare il Governo del Cambiamento del Paese. Per costruire un’Italia che torni ad essere ciò che è sempre stata nella storia: un posto in cui esprimere il proprio talento, la propria creatività, le proprie passioni. Un posto in cui tornare ad essere felici.

Ora, come accade ogni anno, è il momento di fermarsi un attimo, per ripartire ancora più veloci!

 

Sotto, le immagini della nostra delegazione di Cecina: “2 giorni di politica, musica, amicizia, ironia, condivisione, sogni”.