Quanti cittadini di Cecina conoscono il decreto “Uno contro Zero”?

Quanti cittadini cioè sono informati sulla possibilità di portare i piccoli rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche in grandi negozi (superficie superiore a 400 mq) di vendita di apparecchi elettrici ed elettronici, che sono tenuti a ritirare i rifiuti gratuitamente, senza alcun obbligo di acquisto per il consumatore?

Il tempo necessario alla riconsegna è davvero breve, perché varia fra 1 e 5 minuti. Gli italiani che non conoscono questa possibilità di smaltimento sono addirittura il 73% secondo un’indagine compiuta da Ecodom, il principale Consorzio italiano nella gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

Per questo il M5S di Cecina ha presentato una mozione che è stata discussa e approvata nel Consiglio Comunale del 20 settembre 2018, affinché il Sindaco e la Giunta promuovano una campagna di informazione per far conoscere a tutti i cittadini la possibilità di smaltimento dei piccoli Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) secondo il decreto “Uno contro Zero” e a richiedere a REA di apporre su tutti i cassonetti un cartello adesivo con indicazioni dei vari metodi di smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici.

Un passo importante per far fronte alla pratica, diffusa anche nel nostro Comune, di abbandono di questo tipo di rifiuti presso i cassonetti, per facilitare quindi il corretto conferimento dei rifiuti e favorire il successivo recupero dei materiali.

Avanti così!